Società
Cerimonia del 61° Stormo: consegnate le "Aquile Turrite" a 15 neo-piloti
sabato 6 luglio 2019
Cerimonia ieri in piazza San Pietro a Galatina con il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo. 

Consegnate a Galatina le “Aquile turrite” a quindici neo piloti italiani, della Kuwait Air Force e della Republic of Singapore Air Force. La cerimonia si è svolta ieri alla presenza del Sottosegretario alla Difesa On. Angelo Tofalo; del Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare generale di S.A. Alberto Rosso, del sindaco di Galatina Marcello Amante e delle autorità civili e militari.

 

Nel suo indirizzo di saluto il colonnello Alberto Surace, Comandante del 61° Stormo, ha presentato la scuola di volo di Galatina, che addestra piloti sin dal 1946 e che oggi può vantare la presenza di allievi e istruttori provenienti da nove Paesi stranieri. Una realtà internazionale sempre più oggetto di attenzione da parte delle aeronautiche di tutto il mondo, che offre competenze uniche nel settore della formazione e un innovativo sistema integrato per l'addestramento al volo tra i più avanzati, basato sul binomio T339, che tra poco verrà sostituito dal più moderno T345, e T346.

"Cari piloti neobrevettati - ha affermato il Col. Surace- da ufficiale e pilota più anziano, voglio dirvi che, nel proseguimento della vostra carriera, vi sarà chiesto ancora tanto impegno affinché ogni missione sia organizzata nei minimi particolari e ogni volo sia effettuato con la massima concentrazione. Ma soprattutto nella nostra era ipertecnologica l'essere umano rimane e rimarrà sempre al centro di tutto. Pertanto prima di ogni altra cosa: siate uomini”.

 

Il Gen. Rosso rivolgendosi ai cadetti ha sottolineato l’importanza del momento e le responsabilità che derivano dal brevetto di pilota militare. “Sarete chiamati ad affrontare delle sfide umane e professionali uniche, complesse ma, al tempo stesso, esaltanti, che potrete superare solo con la passione e la dedizione che avete dimostrato finora di possedere”.  Inoltre parlando del 61° Stormo ha enfatizzato il ruolo importante e fondamentale degli istruttori: “Grazie alla loro generosa dedizione il polo addestrativo della Forza Armata sta evolvendo verso l ’International Flight Training School che rappresenta  un riferimento  autorevole e rispettato per le aeronautiche delle altre nazioni , offrendo un sistema di addestramento al volo tra i più tecnologici e moderni al mondo, che con l’entrata in linea del T345 continuerà a crescere verso standard qualitativi ancora più elevati”. 

 

“Il Paese è orgoglioso di voi- ha detto il Sottosegretario Tofalo rivolgendosi direttamente ai neo - brevettati - avete la grande responsabilità di disegnare le prossime traiettorie dell’Aeronautica Militare e la fortuna di aver fatto della vostra passione per il cielo il vostro lavoro al servizio dell’Italia”.

 

Il 61° Stormo, dipendente dal Comando Scuole A.M./3ª Regione Aerea di Bari, ha il compito di provvedere all'addestramento al volo su aviogetti:

·        di fase II - Primary Pilot Training, comune a tutti gli allievi piloti militari, finalizzata alla individuazione delle linee su cui voleranno (fighters, pilotaggio remoto RPA, elicotteri, trasporto), si svolge su T339A;

·        di fase III – Specialized Pilot Training, rivolta esclusivamente agli allievi piloti selezionati per le linee "Fighter" e "RPA", si conclude con il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare (aquila turrita) - Per questa fase è impiegato l'FT339C;

·        di fase IV - Lead In to Fighter Training – LIFT, propedeutica al successivo impiego sui velivoli Fighters, si sviulppa sul T346A.

Attualmente il 61° Stormo ospita personale navigante proveniente da ben nove nazioni straniere tra cui Stati Uniti, Spagna e Francia.